Azione o reazione?

azione o reazione

Un’azione è un gesto che si compie a seguito di un pensiero, un desiderio o una spinta interiore, una reazione è invece un gesto che non parte da un ragionamento cosciente ma, al contrario, da una reazione istintiva ad uno stimolo esterno.

Sulla base di questo vorrei portare l’attenzione sul modo in cui le persone vivono oggi le loro giornate.  Già di mattina il risveglio di molti è una reazione al suono fastidioso di una sveglia, è una reazione rispondere di fretta al telefono che squilla, anche la guida fino al posto di lavoro può essere un insieme di reazioni derivanti dagli stimoli esterni alla nostra vettura. Quante situazioni ancora potrei elencare! Sul lavoro, nello svago (TV, cinema, shopping), durante gli acquisti alimentari, spesso ci si trova a reagire a degli stimoli esterni che decidono per noi cosa dobbiamo comprare, che partito dobbiamo votare, cosa credere, cosa non credere.

In alcuni casi si incontrano persone che hanno un’idea di realtà che si basa su ciò che gli è stato detto o fatto vedere in TV senza aver vissuto esperienze in prima persona. A volte la gente a furia di stare davanti al televisore diventa una sorta di schermo che trasmette ciò che riceve dall’esterno, ininterrottamente e passivamente. Si entra in un bar e tutti parlano della notizia in prima pagina esprimendo opinioni su eventi di cui non sanno altro che quello che qualcuno ha deciso di dirgli. Di solito queste persone tengono il televisore acceso anche se non lo guardano, qualcuno dice che gli fa compagnia… Il problema in realtà è che le menti sono talmente abituate a essere dei semplici traduttori di stimoli che senza di essi sono come un televisore senza antenna, tante formichine in uno schermo piatto…e questo fa PAURA.

Smettere di reagire e cominciare ad agire è una decisione e per metterla in atto il primo passo è sviluppare la consapevolezza, solo con essa infatti saremo in grado di vivere liberi dai condizionamenti che ci vengono imposti con estrema violenza su molti fronti. Ogni nostra azione deve essere compiuta in piena consapevolezza. Vedremo così il mondo cambiare intorno a noi sotto la luce del nostro sguardo. Ciò che abbiamo intorno può essere molto diverso se lo guardiamo senza pregiudizi o aspettative, tutto può essere trasformato da uno sguardo consapevole. Potremo vedere una realtà profonda e senza tempo che ci renderà liberi. Potranno rinchiuderci, isolarci o imprigionarci, non cambierebbe nulla. Nessuno potrà mai toglierci la la libertà che ci deriva dall’essere pienamente consapevoli dell’attimo che stiamo vivendo ed ogni gesto compiuto in tale stato di grazia sarà meraviglioso e colmo di soddisfazione.

zenGran parte delle gravi problematiche che attanagliano il pianeta in questo momento sono frutto di una catena di reazioni che pone le sue radici in un tempo ormai dimenticato. Un chiaro esempio della perversione dei moti di reazione sono le faide in cui vediamo famiglie intere perdere uno dopo l’altro i propri familiari a causa di una ricerca di vendetta che non ha mai fine, ma non solo loro;  il rancore,  l’odio, la rabbia, la violenza…sono tutte reazioni inconsapevoli che portano l’uomo in un vortice di distruzione che crescerà finché non vedrà l’ultimo individuo soccombere a se stesso. La natura lascia tutte le sue creature libere di vivere come meglio credono; come un vecchio saggio essa ci osserva con sulle labbra il sorriso di chi sa già come andrà a finire.

Azione o reazione? Ognuno faccia la sua scelta.

Commenti

    Non ci sono commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi contrassegnati con * sono obbligatori.